Vendramin lampadario Rezzonico

Modello Vendramin in cristallo con decori in fumè e oro, raffinatezza estrema per i vostri ambienti.

Nel 1700 nasce il primo lampadario in stile “Rezzonico” dal nome della ricca famiglia di facoltosi mercanti Veneziani che volle commissionare un’opera degna della propria magnificenza. Desideravano infatti per il loro palazzo sul Canal Grande un lampadario che celebrasse i fasti e successi del loro casato.

Lampadari unici per maestosità, ricchezza di decorazioni e ricercatezza dei dettagli.

Trovano la loro ideale collocazione in lussuosi ambienti classici ma al contempo la loro presenza arricchisce anche gli arredamenti più moderni in un prezioso gioco di contrasti.

Interamente realizzati a mano, sono disegnati e personalizzati sui desideri dei clienti non solo nelle dimensioni e numero di luci, ma nei più piccoli dettagli decorativi e nei colori.

Contattaci, ti aiuteremo nella scelta e nella progettazione.

Descrizione

Lampadario lavorato a mano da maestri muranesi, che riscopre la storia delle tradizioni veneziane dell’arte del vetro con la precisione e l’attenzione al dettaglio che ci contraddistingue.

 

Ogni fase della lavorazione è artigianale e il lampadario ordinato verrà eseguito espressamente per la Vostra casa.

Provvisto di Certificato di Garanzia e autenticità Belvetro Murano.

 

Ogni lampadario è spedito con pezzi di ricambio inclusi e istruzioni di montaggio per un assemblaggio semplice e veloce.

La consegna avviene in 20-30 giorni con corriere espresso assicurato al 100%.

Desideri avere maggiori informazioni? Non esitare a contattarci, saremo felici di aiutarti nella scelta del tuo lampadario di Murano, un valore che dura nel tempo.

 

 

Palazzo Loredan Vendramin Calergi, brevemente Ca’ Vendramin Calergi, è un palazzo veneziano, situato nel sestiere di Cannaregio e affacciato sul Canal Grande tra Casa Volpi e Palazzo Marcello, di fronte a Palazzo Belloni Battagia e al Fontego del Megio.

Il palazzo ospita il Casinò di Venezia.

Il compositore tedesco Richard Wagner soggiornò a Venezia per sei volte tra il 1858 fino alla morte. Giunto in Italia durante il suo ultimo viaggio, dopo la prima del Parsifal alla seconda edizione del Festival di Bayreuth, affittò l’intero mezzanino di Ca’ Vendramin Calergi dal Conte di Bardi prima della partenza dalla Germania, e vi giunse quindi il 16 settembre 1882 con la moglie Cosima Liszt e quattro dei cinque figli (Daniela von Bülow, Isolde, Eva e Siegfried Wagner), nonché qualche domestico.

Wagner morì di crisi cardiaca all’interno del palazzo il 13 febbraio 1883 all’età di 69 anni. Una targa commemorativa sul muro di cinta in mattoni che dà sul Canal Grande, riporta l’iscrizione in versi del ricordo del poeta Gabriele d’Annunzio:

In questo palagio

l’ultimo spiro di Riccardo Wagner

odono le anime perpetuarsi come la marea

che lambe i marmi

Informazioni aggiuntive

Stile

Classico

Ti potrebbe interessare…

Torna in cima